Come godersi le feste natalizie  senza “regalarsi” chili di troppo

Mancano ormai pochissimi giorni alle feste natalizie e pochissimi giorni ai giri di valzer che ci porteranno da un tavola all’altra.

In queste giornate di festa, davanti alle decine di piatti succulenti della tradizione italiana, e soprattutto di quella nostra calabrese, sarà normale cedere alle tentazioni, con il piacere di farlo. Sottrarsi sarebbe una vera e propria tortura!

Vivere il cibo con serenità, soprattutto durante questi giorni, ci aiuta a riconoscere il senso di sazietà e ad evitare di essere sopraffatti dalla frustrazione che rischia di generare circoli viziosi di abbuffate compensatorie, da effettuare lontano da occhi indiscreti e tristi battutacce di chi non perde occasione di ricordarvi che avete qualche chilo di troppo.

A Natale tutti possono tornare bambini, in un gioco di memorie proustiane, magari assaporando “il piatto della Nonna”, con la ricetta che si tramanda di generazione in generazione, e ritornando verso quella dimensione estremamente intima in cui il cibo profumava d’amore e aveva il gusto di coccola.

Il mio non vuole essere un elogio ai cibi poco sani e soprattutto agli zuccheri semplici, che si sa, abbondano nelle giornate di Festa Natalizie, ma affermare che per qualche giorno all’anno si può, senza ombra di dubbio, fare qualche eccezione, perché “il benessere del corpo passa anche per il benessere del cuore”.

Ricordiamo il valore che il Natale, così come la Pasqua, avevano per i nostri bisnonni e trisnonni: abbondare a tavola durante questi giorni era un modo per celebrare insieme al rito religioso l’unione familiare e la condivisione gioiosa di un pasto che era costato duro lavoro e grossi sacrifici per lunghi mesi.

Per noi, per innumerevoli motivi, non è più così.

Ma proviamoci a non considerare le feste Natalizie come l’ennesima occasione annuale (oltre cene/pranzi di lavoro, compleanni, cerimonie, incontri settimanali con gli amici e con i gruppi delle attività del tempo libero ecc.) per rimpinzarci di cibo di dubbia qualità nutrizionale, preconfezionati industriali, impersonali e emozionalmente freddi.

Per concludere, augurandovi di trascorrere un sereno Natale e un felice inizio 2017, vi propongo 10 regole per aiutarvi a destreggiarvi a tavola durante questo periodo. Una semplice strategia per impedire che il Nuovo anno si apra con un “bollettino di guerra nutrizionale”.

Regola n° 1

Mettiamo a tavola cibi freschi, genuini e di qualità. Prepariamo ad arte i piatti delle tradizione familiare e aggiungiamo qualche nuova pietanza alla tradizione, magari a base di verdure, legumi, frutta fresca e secca, che sia insomma sana e sostenibile!!!

 

Regola n° 2

Se vuoi assaggiare tutte le pietanze, scegli piccole porzioni. Così facendo, potrai concederti qualche bis.

 

Regola n° 3

I principali attori delle tavole Natalizie sono i dolci notoriamente “ipercalorici” (dai un’occhiata alla tabella in fondo alla pagina): se vuoi concederti qualche porzione più generosa, salta qualche portata. Ricordando che, anche se è Natale, i dolci appagano, non nutrono.

 

Regola n° 4

Se i dolci dovessero avanzare, come spesso accade, consumali a colazione piuttosto che negli altri pasti, considerando che una fetta di pandoro equivale circa ad una pizza margherita.

 

Regola n° 5

Non esagerare con il consumo di alcol: un buon bicchiere di vino apporta circa 100 kcal, che aggiunte a tutto il resto… Bevi acqua assecondando la sete. Ti consiglio una tisana serale al finocchio e zenzero per favorire la digestione.

 

Regola n° 6

Se le pietanze sono numerose, non consumare pane o suoi surrogati e metti in tavola frutta fresca e verdure crude, creando fantasiose insalate, gioia degli occhi e del palato. Un’idea: insalata con rucola, valeriana, melograno, mela verde, noci e germogli a scelta.

 

Regola n° 7

Appena possibile, fai un po’ di attività fisica: anche se le palestre sono chiuse, nulla ti impedisce di fare qualche lunga passeggiata, meglio se in compagnia, per smaltire qualche caloria: sarà il tuo corpo a chiederlo!

 

Regola n° 8

Nei giorni tra una festa e la successiva scegli pasti leggeri e nutrienti, a base di frutta fresca, verdure e cereali integrali. Se ascoltate il vostro corpo, verrà del tutto naturale farlo.

 

Regola n° 9

Riposati: dormi abbastanza, e dopo la frenesia di un intero anno, utilizziamo le feste natalizie per riflettere e rimpinzarci di nuovi propositi per il 2017.

 

Regola n° 10

Stai lontano dalla bilancia e non chiederti quante calorie state assumendo: sono tante, te lo assicuro! Ma è solo un breve periodo. L’aumento di peso non è MAI dovuto a ciò che si mangia nei 5 giorni di festa (24, 25, 26, 31 dicembre e 1 gennaio), ma agli eccessi dei restanti 360 giorni. Perciò goditi le feste Natalizie, anche a tavola. La dieta si cambia a Gennaio!

 

© Riproduzione riservata